Prato nel mondo

Franchi Franco Mons.

PDFStampaE-mail

Prato 3 settembre 1885 + Prato 29 ottobre 1958 - Arciprete di S.Maria delle Carceri.Durante la prima guerra mondiale fu decorato di medaglia al valore.Nominato da S.S. Pio XII suo Cameriere Segreto Sopranumerario.

MONS.FANCO FRANCHI
Dopo breve malattia, con edificante rassegnazione la mattina del 29 ottobre 1958 Mons. Franco Franchi Arciprete di S.Maria delle Carceri tornava alla Casa del Padre accanto alla Madonna.
La vita di questo degnissimo sacerdote nel luminoso arco dei suoi 73 anni fu una sublime espressione di operosa dedizione a Dio e alla Chiesa ed una cristallina testimonianza di abnegazione e di amore per il prossimo.
Nato a Prato il 3 settembre 1885, compì i suoi studi nei Seminari di Pistoia e Prato. Il 24 luglio 1910 venne ordinato sacerdote e nominato Curato di S.Maria delle Carceri nel 1914.
Richiamato alle armi durante la prima guerra mondiale,prestò servizio sul fronte macedone. Compiuto il suo dovere di soldato, decorato di medaglia al valore, tornò lieto a Prato e riprese il suo servizio di Curato nella parrocchia di S.Maria delle Carceri, di cui divenne parroco il 24 dicembre 1928.
Sacerdote di grande attività, compì un vero apostolato in mezzo al suo popolo, adoperandosi instancabilmente a vantaggio di tutti,ma specialmente dei poveri che in lui trovavano sempre un vero consolatore.
Fu amato dai suoi parrocchiani anche,per il culto grandissimo che egli ebbe per la Madonna. Nel 1936 si fece promotore di grandi e solenni festeggiamenti per il centenario della incoronazione della Madonna ed intanto lavorava affinché la chiesa venisse elevata all'importanza di basilica. E ciò ottenne nel 1939 pochi mesi dopo l'inizio del Pontificio di S.S.Pio XII:la Chiesa venne elevata a Basilica minore.
Don Franchi oltre ad assolvere degnamente il suo ministero di parroco ricopri esemplarmente numerose cariche nel Seminario Vescovile e in Curia.
Fu il primo Assistente Diocesano dell'Unione Uomini di A.C. e fu Assistente del 1°Reparto Scout  fondato in Prato.
Fu anche brillante giornalista. Pubblicò dei libri di carattere religioso, tra i quali " La Madonna e la Chiesa delle Carceri », una " Storia breve di S. Caterina de' Ricci " scritta nel 1946 in occasione del secondo Centenario della canonizzazione della Santa di Prato. Fu un sacerdote ricco di doti,ma modesto e semplice.In riconoscimento dei suoi meriti Mons.Debernardi lo nominò Canonico onorario della Cattedrale e più tardi venne nominato da S.S. Pio XII suo Cameriere Segreto Sopranumerario.

Fonti: Preti pratesi tornati al Padre. Can.Antonio Frati.Stabilimento grafico Emilio Rindi. Prato.1975.pp.166-167

joomla template

Copyright © Centro Ricerche Prato. Tutti i diritti riservati.

Per informazioni scrivere a info@crprato.it o chiamare il numero 331 3136316.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti ad un utilizzo dei cookie.
Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, premi su privacy policy.

Se accetti i cookie chiudi questo popup.