Prato nel mondo

Poesia di Graziano Bardelloni:Ricordando la Via degli Etruschi

PDFStampaE-mail

Ricordando la via degli Etruschi
16/17/18 Maggio 2014
di Graziano Bardelloni
(il tredicesimo)

1 x 12

Pensando al cammino, nel bosco nascosto,
un fragile fiore sul ciglio riposto
un umile fronda, che pende dal ramo,
nel cor un sol grido “Amici vi chiamo”.

Sostegno vi fu nel comune viaggio
un unica fede e un po' di coraggio
di Iki l'Etrusco, seguito la strada,
ricordo per sempre,.. ogniun di noi vada.

Il duro sentiero, saliva e scendeva,
ma l'occhio mai pago, di quel che vedeva
abbiamo passato il Tosco appennino,
che con la Romagna, ha fatto l'inchino.

Le gambe seguivan la tratta più antica,
quasi ignorando cos'è la fatica
e l'allegria al nostro passaggio
di quei tre giorni, spassosi, di maggio.

E con l'augurio di queste rime,
ci rivedremo tra i monti e le cime.

joomla template

Copyright © Centro Ricerche Prato. Tutti i diritti riservati.

Per informazioni scrivere a info@crprato.it o chiamare il numero 331 3136316.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti ad un utilizzo dei cookie.
Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, premi su privacy policy.

Se accetti i cookie chiudi questo popup.